IT

Andrea Mangione nasce a Catania nel 1986, dove vive e lavora.

Egli è un attento e sensibile osservatore dei fenomeni del mondo, l’esperienza dei luoghi e l’apparente straniamento dal reale evocano nelle sue opere il dubbio e la necessità di nuovi significati. La sua tecnica tra tradizione e nuovi media, il confronto critico con l’immagine, si interrogano sulla credibilità del fenomeno fisico e catapultano il fruitore in un mondo in cui il reale, perdendo oggettività, si nasconde dietro una realtà foriera di nuovi significati e di esperienze intime, immaginifiche e illusorie.

La nostra percezione viene stimolata da un disegno o una pittura che perde la sua capacità mimetica e acquisisce valori sensoriali ed emotivi.

La storia è appena accennata, una flebile fiamma all’interno di una composizione apparentemente logica, ma fondamentalmente imprevedibile, irrazionale, filtro di memoria, istantanea della mente e ulteriore strumento di conoscenza del reale che ci circonda e della realtà percepita da ciascuno di noi.

EN

Andrea Mangione was born in Catania in 1986, where he lives and works.

He is an attentive and sensitive observer of the world's phenomena; the experience of places and the apparent estrangement from reality evoke doubt and the need for new meanings in his works.His technique between tradition and new media, the critical confrontation with the image, questions the credibility of physical phenomena and catapults the viewer into a world in which reality, losing objectivity, hides behind a reality that brings new meanings and intimate, imaginative and illusory experiences.

Our perception is stimulated by a drawing or painting that loses its mimetic capacity and acquires sensorial and emotional values.

The story is barely hinted at, a faint flame within an apparently logical composition, but fundamentally unpredictable, irrational, a filter of memory, a snapshot of the mind and a further tool for understanding the reality that surrounds us and the reality perceived by each of us.

 

-exhibitions